Parlate di luce_Taranto

Alauda prima di essere associazione è attività di ricerca personale di due artiste. Difatti le persone che formano un gruppo, una comunità o semplicemente, un movimento che va assieme, animano quel movimento, donandone delle caratteristiche che rispecchiano i partecipanti.

Essenzialmente per questo Alauda è amore per le discipline artistiche ed ha una connotazione visuale-poetica che deriva dalle sue fondatrici.

Jara Marzulli è una pittrice che da anni svolge una ricerca nell’arte figurativa rigorosa e attenta. Il piacere di ritrarre corpi di donna e bambini esula dallo stesso piacere personale, per aprirsi allo sguardo interrogante delle stesse persone dipinte.

tria fata
Tria Fata, dettaglio, Jara Marzulli, 2017

Molti dei suoi lavori innescano relazioni, storie, racconti e, allo stesso tempo, riescono a creare uno sguardo d’ascolto. Come se la donna del quadro dicesse: “eccomi sono qui, non mi hai vista ma ora sono qui, ti ascolto”. Un ribaltamento dello sguardo: è la donna dipinta ad essere guardata o chi guarda il dipinto ad essere guardato?

Serie La nuotatrice #001 2017
Serie La nuotatrice #001, Iula Marzulli

Iula Marzulli è una solcatrice di tracce. La sua ricerca spazia dalla scrittura poetica alla performance, dal suono all’immagine fotografica. La domanda è nelle piccole cose che resistono alla distruzione. Alle piccole cose che rinascono. Ad una possibilità di essere al mondo che viene dall’approssimarsi a-

18056121_1852438624782463_4803042189663456478_o

Saremo presenti a Taranto, il 13 e 14 maggio, all’interno della rassegna poetica Parlate di luce. Rassegna di poesia abitata | Rifugio. La rassegna è organizzata da una molteplicità di forze attive sul territorio tarantino e oltre, che mette a disposizione la propria sapienza per vivificare un luogo, allo stesso tempo, fragile e bellissimo. Come non chiedere alla poesia di esserci?

Jara porterà alcuni dei suoi dipinti per l’esposizione Rivoli di fiori, mentre Iula porterà la perfomance sonoro-visuale Primavera_esperimento #3. Esposizione e performance presso la Chiesetta degli Armeni, nel cuore di Taranto vecchia. Irrinunciabile la parte della rassegna che si svolgerà in tarda mattinata presso la foce del fiume Galeso, come irrinunciabile è l’ascolto di tutti gli artisti e le poetesse/poeti che saranno presenti in questi due giorni di maggio.

Non ci resta che rimboccarci le maniche ed essere presenti, a noi vivi, laddove le cose accadono perchè è il desiderio delle persone che lo chiede e sente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: